Dalla miscela di ritmo, vivacità e sensualità nascono le Danze Caraibiche: Salsa, Merengue, Bachata.
La Salsa: nata dal Son Cubano e influenzata da un miscuglio di generi musicali quali Merengue Dominicano, Cumbia Colombiana, Rumba, Mambo, Cha-Cha ed altri ritmi musicali del Caribe, si diffonde rapidamente il tutto il mondo.

In questi anni si sviluppano diversi stili di salsa tra cui lo stile portoricano e quello cubano, quest’ultimo oggetto del nostro corso.


Salsa è un’espressione di gioia. Il vero spirito è quello di divertirsi, di provare emozioni e comunicarle attraverso l’uso del proprio corpo lasciandosi coinvolgere dagli allegri ritmi caraibici.
Il Merengue: danza dal ritmo travolgente nata nella Repubblica Dominicana, probabilmente dall’imitazione dei movimenti a cui erano costretti gli schiavi nei campi, per via delle catene alle caviglie che non consentivano grandi movimenti ma permettevano di trasferire ritmicamente il peso del corpo da un piede all’altro. È la danza vivace e molto ritmata che sta alla base delle danze caraibiche.
La Bachata: nata fra gente povera della Repubblica Dominicana costituiva una forma di festa che si realizzava in qualunque patio, come danza e musica di rifugio dalle durezze della vita.

Etimologicamente la parola bachata è sinonimo di divertimento, festa, gazzarra.


È un ballo lento rispetto al merengue e alla salsa e prevede movimenti più dolci e sensuali.
Oggi le danze caraibiche sono un fenomeno musicale mondiale che unisce persone con diverse radici etnico culturali ed economiche, puntando solo alla condivisione della gioia e della spontaneità che contraddistinguono questi balli.

Insegnanti: Silvia Botto e Piero Bonaccorso